Vuole asteriscare le sue parole nuove

da Lilibeth

Leporeambo alfabetico duodecasillabo trisono, satirico irrepetito
escole, iscole, oscole, uscole

Vo a caccia e in traccia di parole, e pescole
Dal rio del cupo oblio, le purgo, e inciscole,
Poi con ingegni degni conferiscole,
Che a vederle son  perle e non baltrescole.

Da ferrugine e rugine rinfrescole
E da la muffa e ruffa antica spriscole;
Poi con indici ai sindici asteriscole,
E senza stento a mille, a cento accrescole.

Dalle muraglie d’anticaglie sboscole,
minime semiminime e minuscole,
E sappi il mondo attondo che io conoscole.

Ciarlino pure le censure cruscole,
Ché a genti intelligenti e a torme toscole
Le vo’ mettere a lettere maiuscole

Ludovico Leporeo (1582 -1655)

related posts